Maddalena Maria Giovanna sposò nel 1802 Almorò III Francesco Pisani; per le nozze, avvenute il medesimo giorno delle nozze di Carlo Michiel e Caterina Pisani, furono pubblicati sei volumi dalla stamperia Palese: Il nomotelasmo ossia La maniera di allattare i bambini ...; Il tempio d'Imene poemetto in occasione de' due faustissimi matrimonj Pisani e Michiel; Le veglie d'Imeneo epitalamio dell'abate Angelo Dalmistro ...; Per le felicissime nozze Pisani e Michiel canzone umiliata a sua eccellenza e. Girolamo-Silvio Martinengol e Lettere di L. Anneo Seneca recate in italiano dal commendatore Annibal Caro e per la prima volta pubblicate nelle nozze Michiel e Pisani. Le Lettere di Seneca furono stampate in due varianti, l'una con pregevoli vignette calcografiche, l'altra senza vignette ma accompagnata da una sovracoperta in carta, ad imitazione della pergamena, con sovraimpresso lo stemma di Maddalena Michiel. Cfr.: Dalmistro, A., Guazzabuglio poetico in biasimo della villa, scritto a foggia di epistola e pubblicato nelle faustissime nozze Bolzoni Demartini, Bassano 1816, p. 6; Schroder, F., Repertorio genealogico delle famiglie confermate nobili e dei titolati nobili esistenti nelle provincie venete, 2 v., Venezia 1830, v. 2, p. 145.

Segno di possesso: Ex libris

BM - 97 D 88 su entrambi i piatti anteriore stemma ovale calcografico (134x119 mm, misure della matrice) di Maddalena Michiel Pisani, composto da quello del marito a destra e quello del padre a sinistra: partito, al 1° troncato d'azzurro e d'argento al leone lampazzato di rosso dell'uno e dell'altro (Pisani), al 2° inquartato: nel 1° d'argento a una cometa d'oro posta in banda, nel 2° fasciato d'azzurro e d'argento, nel 3° fasciato d'azzurro e d'argento a 12 bisanti d'oro sulle fasce d'azzurro (6, 4 e 2) e 9 sulle fasce d'argento (5, 3 e 1), nel 4° d'azzurro a due leoni coronati affrontati d'oro.

Biblioteca di appartenenza

BM - Biblioteca nazionale Marciana

Numero seriale: 1306 Autore: OB