<1846-1926> Elisabeth Schultz, pianista di una certa fama, usò lo pseudonimo di Ella Adaïewsky per firmare le sue composizioni e i suoi studi. Si trasferì a Venezia nel 1882 e da quel periodo iniziò a intraprendere importanti studi sulle tradizioni etnomusicali delle valli friulane. Cfr.: Introduzione di E. Adaïewsky intorno alla sua opera De l’affinité des Chants slaves et de l’ancienne Musique greque, in «Atti del reale istituto veneto di scienze, lettere ed arti», s. VI, 41/1 (1882-1883), pp. 217-224 ; Ella von Schultz Adaïewsky : musicista sanpietroburghese nella Tarcento della Belle Époque : atti del convegno, Tarcento, 18-19 marzo 2006, Tarcento 2008 ; Ilario meandri [a cura di], A journey to Resia : Ella von Schultz Adaïewskyʼs 1884 manuscript and the birth of ethnomusicology in Europe, Lucca 2017.

 

Data di nascita
1846
Data di morte
1926
Voci di rinvio
Schultz Adajewska, Ella : von
Schultz, Elisabeth : von
Schultz Adaïewsky, Ella
Segno di possesso: Note di possesso

BM - It. IV, 2046 (=12422.29) carta 1r, al titolo Barcarola per Violoncello e Pianoforte aggiunta dedica autografa a Egisto Dini: Al Chiaro | Professore e Maestro | Dini |  di | Ella di Schoultz-Adaiewsky    

Biblioteca di appartenenza

BM - Biblioteca nazionale Marciana

Numero seriale: 2282 Autore: OB