<sec. XVIII>. Nato a Cremona nel 1703, si laureò in medicina a Pavia nel 1723, dove divenne docente primario di medicina razionale nel 1742.  Si occupò  in particolare di malattie febbrili epidemiche proponendone per la cura l'associazione del rabarbaro all'uso della china. Fu attivo anche nella sua città natale come medico dell'ospedale Maggiore e fondatore  di una "Scuola od Accademia di Istruzione" per le professioni sanitarie.

Cfr.  L. Ferrari, Onomasticon. Repertorio biobibliografico degli scrittori italiani dal 1501 al 1850, Milano 1947, p. 676; Paolo Mazzarello-Valentina Cani, La Medicina nel Settecento, in: Almum studium Papiense. Storia dell'Università di Pavia, v. 2. Dall 'età austriaca alla nuova Italia.Tomo I.L'età austriaca e napoleonica, a cura di Dario Mantovani, Milano 2015, pp. 259-290: 262-264.

Data di nascita
1703
Data di morte
1780
Segno di possesso: Note di possesso

BUPD - A.91.a.64, in calce al frontespizio dedica di Valcarenghi a Giovanni Battista Morgagni: Celeberrimo d. Jo. Bapt.ae Morgagno P.(ublico) P.(rofessori) P.(rimario) P.(atavino) I In obsequii testimonium Auctor d.(onavit).

Catalogo Morgagni (n. 4171)

Biblioteca di appartenenza

BUPD - Biblioteca Universitaria di Padova

Numero seriale: 2322 Autore: MCF