<1510-1561>. Nato a Urbino, ricoprì incarichi di prestigio soprattutto in ambito diplomatico come ambasciatore per i duchi di Urbino, ma si distinse anche negli studi di retorica, filosofia e poesia latina e volgare, tanto da essere scelto come precettore del giovane erede del duca, Francesco Maria, e del suo compagno di studi, Torquato Tasso. Tenne corrispondenze con i letterati e gli intellettuali più significativi del suo tempo; fu legato in particolare ad Annibal Caro <1507-1566>, con il quale mantenne un rapporto di amicizia e reciproca stima. Cfr: C. Grossi, Degli uomini illustri di Urbino, Urbino 1819, pp. 132-135; DBI 51 (1998), pp. 602-603.

Data di nascita
1510
Data di morte
1561
Voci di rinvio
Gallo, Antonio
Gallus, Antonius
Segno di possesso: Note di possesso

BV - ms. F 91, sulla c. 1r nota di possesso manoscritta: Ad usum Antonij Galli, nec non amicorum.

Biblioteca di appartenenza

BV - Biblioteca Vallicelliana

Numero seriale: 2566 Autore: LV