<1532-1576> umanista, traduttore e filologo; dopo la prima formazione classica ricevuta ad Augusta dove era nato da Sixt Birck (Xystus Betulejus), si trasferì a Tubinga dove apprese l'ebraico, diverse materie scientifiche e la filosofia, laureandosi nel 1550; ottenne poi una seconda laurea in filosofia a Basel nel 1558, e in quello stesso anno venne nominato docente di greco a Heidelberg, succedendo al Mycillus. Fu autori di notevoli traduzioni latine di classici greci: Dione Cassio (Basilea 1558), Marco Aurelio (Zurigo 1558; con testi, greco, Lione 1559), Plutarco (Basilea 1501-70), Cedreno (ivi 1565), Strabone (ivi 1571), Diofanto (ivi 1575).  Tradusse in tedesco anche i primi sei libri di Euclide (Basilea 1572). Cf. F. Schöll in ADB vol. 44 (1898), pp. 582–593.

 

Data di nascita
1532
Data di morte
1576
Voci di rinvio
Xylander, Guilielmus
Holzmann, Wilhelm