<1695-1759>. Visse a Venezia, dove svolse la professione di farmacista. Fu anche un accademico presso l’istituto delle scienze di Bologna. Collezionò un cospicuo numero di fossili rari, che alla sua morte lasciò alla Repubblica di Venezia, richiedendo però che venissero portati all’università di Padova. Compose diverse opere di botanica e medicina. Morì di febbre colerica a Venezia nel 1759. Cfr. P. A. Saccardo, La Botanica in Italia : materiali per la storia di questa scienza, tip. Carlo Ferrari, pp vol. 1 175, 233; vol. 2 115. Cfr. anche CERL Thesaurus

Data di nascita
1695
Data di morte
1759
Voci di rinvio
Zanichelli, Gian Jacopo