<1466-1532>. Nato il 15 ottobre 1466 nell’isola di Curzola (Korčula) in Dalmazia, dopo gli studi a Bologna e Padova, nel 1493 (o 1494) entrò al servizio dell’imperatore Massimiliano I. Svolse un’intensa attività diplomatica e nel corso della sua carriera accumulò numerosi benefici ecclesiastici, tra i quali la contrastata nomina a decano del Capitolo della cattedrale di Trento che, seppur decisa nel 1512, divenne effettiva solo nel 1514. Nello stesso anno il Bannisio cercò, senza successo, di opporsi all’elezione di Bernardo Clesio a vescovo di Trento. Nonostante ciò nella diocesi tridentina ottenne tra il 1514 e il 1517 i benefici parrocchiali di Tassullo, Rovereto, Lomaso, Appiano/Eppan.

Fu in contatto epistolare con Erasmo da Rotterdam e nel 1520, durante una sua missione nelle Fiandre, conobbe e si adoperò in favore di Albrecht Dürer. Dal dicembre del 1520 fece parte della commissione incaricata di elaborare l’editto di Worms contro Lutero. Tra il 1523 e il 1527 lavorò al ritorno degli Sforza a Milano, impegno che gli fruttò un appannaggio annuo, elargito dal duca Francesco II, talmente ricco da consentirgli di rinunciare a parte dei benefici ecclesiastici. Morì a Trento nel novembre del 1532.

Presso la Fondazione Biblioteca San Bernardino di Trento sono conservati tre volumi a lui appartenuti, uno di essi entrò in possesso del suo segretario e poi canonico tridentino Erasmus Strenberger

Cfr: DBI, 5, Roma 1963, pp. 755-757 ; Incunaboli e cinquecentine della Fondazione Biblioteca S. Bernardino di Trento. Catalogo, a cura di C. Fedele e A. Gonzo, Trento 2004, pp. 1318-1319.

Data di nascita
1466
Data di morte
1532
Voci di rinvio
Bannisius, Iacopus
De Bannissiis, Iacopus
Bannisio, Giacomo
Segno di possesso: Note di possesso

SBT-FBSB – INC 306, a c. A1r nota di possesso: Jacobi de Bannißis Dalmat(orum).

Biblioteca di appartenenza

SBT-FBSB Trento Fondazione Biblioteca San Bernardino

Numero seriale: 1833 Autore: IF